Omaggi

Omaggi a tutte le vittime del virus Ebola
Omaggi a tutte le vittime di guerra
Omaggi a tutte le vittime di attentati terroristici
Omaggi a voi, omaggi a lei

Potrei dire loro di andarsene
Ma non sono che la punta dell’iceberg

Al cuore valoroso niente è impossibile, per Henrike Grosse(1) niente era difficile
Con i suoi collaboratori ha fatto della “casa verde” una riserva

Un luogo in cui si incontra canto, ballo, immagine, parole e molto altro
Andate a verificare. Il verde non era soltanto il colore della casa
Era anche il colore di ciò che il suo cuore aveva da offrire: LA SPERANZA

Potrei dire loro di andarsene
Ma non sono che la punta dell’iceberg

Lei, una persona gioiosa, piena di vita e speranza
A tutti ha dato una possibilità.
A me di essere qui
A loro ha consegnato la formula magica per costruire

Potrei dire loro di andarsene
Ma non sono che la punta dell’iceberg

Lei che ha immediatamente compreso l’essenza dell’esistenza umana: valorizzare il patrimonio artistico
Un destino tragico
Lei che fondamentalmente non aveva che un desiderio, fare gruppo per diventare più forti, autonomi, indipendenti.
Il suo credo era “unire per costruire”
E questa scommessa
Lei è riuscita a vincerla

Potrei dire loro di andarsene
Ma non sono che la punta dell’iceberg

Venite, avvicinatevi, guardate: questo è un colpo davvero troppo forte
Posso testimoniare il fatto che il mare, l’aria, la terra sono sotto sorveglianza; inutile, quindi, cercare un mentore
Voi! Che versate lacrime soltanto dopo aver contato le vittime
Voi, così bravi a recitare il vostro ruolo di persone sensibili

Potrei dire loro di andarsene
Ma non sono che la punta dell’iceberg

Si tratta solo di potere, di soldi e nient’altro. Della vostra avidità di commercianti di armi
Siete ospiti di questa terra, di amici, di coniugi, di parenti, anime buone
Smettetela di blaterare senza senso
Le armi, le armi – diteci – a che cosa servono se non a… “Merda”

A che punto siamo arrivati? Agli uomini è proibito circolare
Per questo le frontiere sono serrate.
Quelle porcherie di armi, invece, circolano da un continente all’altro
Voi cercate chi porta le armi, io invece cerco i fabbricanti

***
(1) Donna di nazionalità tedesca, amante dell’arte e sostenitrice dei giovani talenti ivoriani, morta nell’attacco terrostico a Gran Bassam il 13 marzo 2016

Omaggi [Hommage, di Olili Armelle Rénée Zako]
Traduzione di Edma Vernieri Cotugno

 
Link alla versione originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *