Resta un po’

Resta un po’
la tua semplice presenza riesce a spargere la gioia in questo cuore triste
il tuo addio la fa inclinare verso la sera
lascia questo sole timido aprirsi e colorare il grigiore della mia vita

Avvicinati un po’ alle mie labbra
negli occhi, fammi ascoltare le tue bugie
che le mie orecchie ingoiano
sembrano vere, riescono a darmi conforto

Dolcemente, mi ruberanno un sorriso triste e cacceranno la solitudine, la gioia e l’amore
canteranno come uno sciame d’api

Resta un po’
per scoprire i tuoi desideri, le tue voglie e sacrifici
voglio, come in questo lontano passato prossimo, arricchire ciò che mi circonda della mia gioia di vivere

Resta un po’
la tua assenza, come un temporale, è fin troppo grande e devastatrice

Resta un po’
immaginarti fra le sue braccia mi rivolta!
Subito, posso sentire dentro di me questa rabbia prendere facilmente posto
entra in me, diventa arrogante

resta un po’
ora tocca al me, è il mio giorno

Sono stanca di vivere intrecciata fra pena e odio

Restituiscimi la presenza
delle tue mani piene d’amore e di tenerezza, dammi presenza
scaccia e calpesta la tristezza

Resta un po’
quando partirai questa sera, un grido invisibile si sforzerà di uscire dalla mia gola addolorata

cercherò, spinta dall’orgoglio, di soffocarla
il mio cuore si farà male, mi farà sapere che sanguina
azzarderò un singhiozzo che cercherà di scappare
verso una rabbia demente o folle

mi spingerò verso onde che mi inviteranno con una tale insistenza
infine, mi lascerò trascinare dalle loro carezze insensate
e allora verserò lacrime calde

Resta un po’
Questa sera le mie idee sono oscure
mi immergono nell’ombra

Resta un po’
Avrai piacere
lo farò da sottomessa e donna
spingerò contro il tuo cuore il mio seno

Addio princìpi e tabù
ci sarà una danza indiavolata dei nostri corpi fatta di prosa
navigheremo su rive infedeli

Immergimi nella febbre del tuo corpo in questa ultima notte

Resta un po’,
Resta un po’, la mia emozione
il mio combattimento permanente
la mia attenzione

Resta un po’
Resta un po’, mio divieto
Resta un po’ per stimolare il mio desiderio.

***
Resta un po’ [Reste un peu, di Olivia Koudou]
Traduzione di Jessy Simonini

 
Link alla versione originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *